Home Come iniziare a suonare la chitarra

Come iniziare a suonare la chitarra

Tutti, almeno una volta nella vita, valutano l’idea di cominciare a suonare uno strumento musicale. Al momento di concretizzare tale pensiero, la scelta ricade quasi sempre sulla chitarra. Infatti, molti immaginano erroneamente che si tratti di uno strumento facile da gestire, con cui imparare, e pretendono dal primo istante di poter suonare canzoni vere e proprie senza avere neppure l’idea di cosa sia uno spartito o una tablatura. Chiunque si approcci in maniera troppo sbrigativa ad un mondo così complesso rischia di abbattersi e di mollare anzitempo, senza poter scoprire la magia che si cela dietro le prime difficoltà. Indipendentemente da ciò che scegli di voler suonare, è importante sapere che la pazienza e l’esercizio ripagheranno abbondantemente i tuoi sacrifici.

come iniziare a suonare la chitarra
come iniziare a suonare la chitarra

Conoscere lo strumento
Per prima cosa, senza spendere un patrimonio, sarà bene orientarti verso la chitarra che esprime meglio i tuoi gusti musicali. Ovviamente non esistono regole ferree e precise, solo sensazioni. La chitarra classica, ad esempio, ha in genere un sound più caldo rispetto a quello più acuto e metallico dell’elettrica, ed è possibile usarla per suonare musica più complessa e senza plettro. La chitarra acustica è di rado adoperata per l’esecuzione di pezzi strumentali e viene spesso impiegata come accompagnamento al canto. Le tre si differenziano sostanzialmente per forma, materiale ed utilizzo.
La chitarra si divide sostanzialmente in tre parti: il corpo, la parte che andrà ad appoggiarsi su di te; il manico, o tastiera, la parte più stretta dove andrai a premere i tasti per produrre note o accordi; la paletta, che grazie ai piroli, anche detti chiavi, ti permetterà di accordare lo strumento.

Posizione
Mantenere una buona postura mentre si suona la chitarra è fondamentale soprattutto i primi tempi per non affaticare troppo i nervi della mano sinistra (o della mano destra, nel caso tu sia mancino), che avrà il compito di guidare l’intero esercizio dalla tastiera. Con la schiena ben dritta siediti, allarga un po’ le gambe ed appoggia la chitarra sulla coscia sinistra. Metti il piede sinistro su un sostegno parallelo al suolo e regola l’altezza della gamba in modo che la tua mano non abbia difficoltà a raggiungere i tasti.
Le dita della mano sinistra devono essere a martelletto, ben inarcate per evitare di sporcare il suono. Il pollice è il tuo sostegno, ti serve per mantenere ferma la tastiera e per fare pressione sui tasti. Fai in modo che la sua punta non superi la parte centrale in altezza del manico per assicurare una buona mobilità all’intera mano. All’inizio farà un po’ male, sopporta e non demordere!
Appoggia il gomito destro sul corpo della chitarra in modo che la mano possa scivolare ed accarezzare le corde.
Le unghie della mano sinistra devono essere molto corte così da non ostacolare la pressione sui tasti. Quelle della mano destra, al contrario, devono essere mantenute di media lunghezza, non sono necessarie unghie da lap dancer, per intenderci. A questo punto puoi scegliere se utilizzare il plettro o meno. Nel caso, ricordati che esso va tenuto tra il pollice e l’indice, chiudendo la mano morbida su se stessa.

Accordatura
C’è un’elevatissima probabilità che la tua chitarra sia scordata, quindi senza ulteriori indugi vediamo come fare per accordarla.
Si parte dalla disposizione delle corde, che sono ovviamente sei. Dal basso, nell’ordine numerico: MI cantino, SI, SOL, di nylon nelle chitarre classiche; RE, LA, MI grave (o basso), di metallo. Ciò significa che suonate “a vuoto”, ovvero pizzicando le corde con la mano destra senza usare la sinistra, queste corde emetteranno le suddette note. Per accordare il tuo strumento in maniera tradizionale e senza l’ausilio di un accordatore, è necessario partire dalla nota tonica LA. Contando dal basso, la quinta corda della tua chitarra dovrà essere perfettamente intonata al LA. Se hai un diapason, non avrai problemi, altrimenti questo (https://youtu.be/stxtqkZzJ-U) video potrà esserti di grande aiuto. Regola la tensione della corda “avvitando” o “svitando” il pirolo corrispondente fino a che non otterrai un suono identico a quello del LA. Più la corda sarà tesa, più il suono sarà acuto. Ovviamente ottenere una perfetta accordatura ad orecchio è molto complicato le prime volte, ma l’esercizio e la costanza porteranno i loro frutti. Quando sei soddisfatto di ciò che senti, prosegui con il RE spostandoti sulla quarta corda. Premi il quinto tasto del LA, pizzica la corda prestando attenzione al suono che produce; adesso suona la corda successiva a vuoto tenendo presente che dovrai tenderla fino a che non emetterà un suono identico a quello prodotto dalla corda del LA suonata con il 5° tasto premuto. Effettuata quest’operazione, procedi come sopra per la successiva corda di SOL, con l’indice sul quinto tasto del RE e la terza corda suonata a vuoto. Per ciò che concerne il SI, vale lo stesso metodo con l’unica differenza che dovrai premere il SOL sul quarto tasto; userai di nuovo il 5° tasto del SI per il MI cantino. Ora puoi tornare su, e regolare anche la sesta ed ultima corda, il MI grave. Premi il 5° tasto del MI grave e tendi la corda fino a che non suonerà come la corda di LA a vuoto. La chitarra è finalmente accordata, non ti resta che iniziare a suonare!

Come iniziare a suonare la chitarra ultima modifica: 2016-05-16T10:12:45+00:00 da admin